• Da Corte a Corte

    CorteBianca al Cavallino Bianco di Corte Pallavicina per il Festival Franciacorta.

    Il prossimo Festival Franciacorta si svolgerà presso un luogo di grandissimo fascino, e a noi molto caro: l’Antica Corte Pallavicina a Polesine Parmense. Anzi, per essere più precisi, al ristorante Al Cavallino Bianco (vicinissimo all'antica corte e della stessa proprietà). L’evento sarà ospitato dall’Associazione CheftoChef emiliaromagnacuochi (il cui Presidente è Massimo Spigaroli e Vicepresidenti lo Chef Massimo Bottura e Paolo Teverini, Presidente onorario lo Chef Igles Gorelli) e sarà inserito all’interno del programma della manifestazione Salumi da Re che si svolge dal 18 al 20 aprile.

    L’evento di degustazione al quale parteciperà CorteBianca avverrà lunedì 20 aprile, la giornata di Centomani di questa terra, manifestazione dedicata alle più valide produzioni gastronomiche della regione e alla migliore ristorazione, che infatti vedrà la presenza di molti Chef di fama internazionale. 


    Vi aspettiamo!

  • CorteBianca: biodiversi... anche a Vinitaly

    CorteBianca vi aspetta a Vinitaly nello stand C 13 WineSoul padiglione 9.

    CorteBianca invita a Partecipare al convegno
    "DALLA BIODIVERSITÀ DEL SUOLO ALLA QUALITÀ DEI VINI"
    che si terrà a Vinitaly MARTEDÌ 24 MARZO 2015 - ORE 10 SALA ROSSINI, CENTRO CONGRESSI ARENA

    CorteBianca è fra le aziende che hanno aderito all’innovativo progetto sviluppato dallo studio Sata chiamato BIOPASS che mette una lente d'ingrandimento sulle caratteristiche e qualità della terra.

    "L'adesione di CorteBianca al progetto, primo del suo genere, è finalizzata – spiega Mauro Franzoni – ad ottenere informazioni utili sul suolo, sulla sua fertilità e composizione organica, utili ad adottare scelte agronomiche che diano un riscontro efficace sulla situazione dei nostri vigneti, concentrandoci, in questa prima fase, soprattutto sulla conoscenza della biodiversità che è la ricchezza del terreno. Tutto questo può portare importanti benefici nel capire le correlazioni tra qualità della terra, qualità delle uve e qualità dei vini."
    "Ma soprattutto – aggiunge Marina Tonsi – vogliamo mettere al centro delle nostre prospettive di lavoro il sostegno, la conservazione e la valorizzazione del nostro ambiente, tema per noi sempre fondamentale."

    A CorteBianca pensiamo che lo sviluppo sostenibile sarà la base della filiera vitivinicola, e la biodiversità ne è il fondamento. La scienza ci dice che il centro nevralgico e l'intelligenza della pianta sono le radici.  Quindi la conoscenza del terreno dove esse sono a dimora è essenziale, perchè nel percorso dalla pianta, all'uva e al vino tutto sia alla ricerca del perfetto equilibrio.
    La biodiversità del suolo, la sua fertilita, in relazione alla qualità dei vini è l’oggetto del convegno organizzato da L’Informatore Agrario, in collaborazione con il Consorzio di tutela del Franciacorta e di Veronafiere.

    Scarica il programma QUI

     

Crediamo che esista un filo invisibile e forte che, come un antico pizzo, unisce le persone, gli animali, le piante, la storia e la cultura di un luogo in un profondo legame di armonia.

Filosofia CorteBianca Filosofia CorteBianca

Produrre vino in modo naturale è per noi seguire gli intrecci di questo filo, a partire da un angolo di Franciacorta, con il sogno di preservare e difendere un microcosmo, nel rispetto della sua natura e della sua anima.

Filosofia CorteBianca Filosofia CorteBianca

Intorno a questo concetto ruota tutta la filosofia di CorteBianca. Dalle tecniche biologiche di coltivazione, alla protezione della biodiversità, fino al recupero della cascina secondo principi di bioedilizia e sostenibilità: ogni scelta compiuta in questi anni testimonia il legame con la terra, con la tradizione e un'antica domesticità, e rappresenta una precisa visione, etica ed estetica insieme.

Filosofia CorteBianca