• Le novità della tavola italiana nella guida del Sole 24 Ore: CorteBianca premia “Settembrini”

    Presentata a Milano la nuova guida ai ristoranti del "Gastronauta" Davide Paolini, edita dal Sole 24 Ore. Libro dedicato alle novità in cucina e ai nuovi format della ristorazione tricolore. Non solo ristoranti o le classiche e grandissime osterie del nostro Paese, ma tanti locali che offrono un nuovo modo di stare in tavola. “Settembrini”, a Roma, è uno di questi. È stato premiato con il riconoscimento al migliore “format innovativo” del 2012. Paolini lo chiama “ristorante diffuso”. In un’unica piazza del quartiere Prati di Roma si affacciano un ristorante, un caffè e una libreria, dove è possibile fare uno spuntino, prendere un aperitivo, pranzare, leggere un libro o comprarlo.  E ancora catering, take away, vendita prodotti. Il tutto sotto la regia di chef Luigi Nastri. A consegnare il premio nelle mani di Marco Ledda, patron del locale, non poteva essere che il rappresentante di una realtà altrettanto giovane e innovativa, anche se del mondo del vino: Marina Tonsi di CorteBianca. Del resto il rapporto tra produttori e ristoratori è stato al centro del dibattito d’apertura della serata. Si è parlato di prezzi, ricarichi, dei bisogni del consumatore. Soprattutto, di come il rapporto tra cantine e ristoratori debba essere legato da un unico grande denominatore: la ricerca della qualità. Durante la premiazione Marina ha consegnato a Marco Ledda anche un piccolo regalo: le tre referenze CorteBianca (ExtraBrut, Satèn, Rosé). Infatti, ognuno dei 18 ristoranti premiati era abbinato a una cantina o un artigiano del cibo da cui ha ricevuto in omaggio alcuni sei suoi prodotti. Al termine della presentazione della guida,Davide Paolini ha dato il via al brindisi finale. Protagoniste le magnum di ExtraBrut. Responso dei partecipanti più che ottimo: finite nello spazio dell’applauso di chiusura.

  • Le Mille bolle di CorteBianca...e altre mille

    Franco Ziliani non è solo una delle firme più autorevoli e conosciute nel mondo del vino italiano. È stato anche uno dei primi giornalisti del nostro Paese a comprendere e utilizzare le nuove possibilità offerte dalla comunicazione online. Il suo blog “vinoalvino.org” ha aperto, ormai diversi anni fa, un modo diverso, accessibile a tutti e di successo per raccontare il vino e le sue storie. E ai nostri Franciacorta Extrabrut, Satèn e Rosé, e alla realtà di CorteBianca, Ziliani ha dedicato un lungo e bello articolo sulle sue pagine web dedicate alle bollicine. Su “lemillebolleblog.it” (link) si possono leggere più che positive note di degustazione, accompagnate da ottime indicazioni su quali piatti accompagnare con i nostri vini, ma soprattutto il racconto di ciò che stiamo facendo a CorteBianca. Bello vedere come lo spirito con cui affrontiamo la nostra avventura tra filari e cantina, sia compreso e narrato con tanta chiarezza e semplicità. Leggi l'articolo

    Affari Italiani è certamente uno dei siti più cliccati. Lo visitano moltissime persone e tra le notizie pubblicate ogni giorno ha trovato spazio anche CorteBianca. Un loro video dedicato alla Franciacorta ci vede tra i protagonisti. Marina racconta uno degli aspetti più importanti della nostra esperienza: il rapporto tra vigna e ambiente. L’ecosistema che giorno dopo giorno stiamo creando nella nostra campagna. Guarda il video.

    Invece su Winesurf entrano tra le schede di degustazione dei metodi classici i nostri Extrabrut, Satèn e Rosé, con un più che lusinghiero posizionamento. Guarda.

    Accade anche nelle pagine della guida ai vini del nostro Paese dell’Espresso, diretta da Enzo Vizzari e curata da Ernesto Gentili.

Crediamo che esista un filo invisibile e forte che, come un antico pizzo, unisce le persone, gli animali, le piante, la storia e la cultura di un luogo in un profondo legame di armonia.

Filosofia CorteBianca Filosofia CorteBianca

Produrre vino in modo naturale è per noi seguire gli intrecci di questo filo, a partire da un angolo di Franciacorta, con il sogno di preservare e difendere un microcosmo, nel rispetto della sua natura e della sua anima.

Filosofia CorteBianca Filosofia CorteBianca

Intorno a questo concetto ruota tutta la filosofia di CorteBianca. Dalle tecniche biologiche di coltivazione, alla protezione della biodiversità, fino al recupero della cascina secondo principi di bioedilizia e sostenibilità: ogni scelta compiuta in questi anni testimonia il legame con la terra, con la tradizione e un'antica domesticità, e rappresenta una precisa visione, etica ed estetica insieme.

Filosofia CorteBianca