• Conoscere, fare, assaggiare: CorteBianca a Milano Golosa

    È il nuovo appuntamento di CorteBianca. Questo fine settimana (20 e 21 ottobre) CorteBianca porterà i suoi vini a “Milano Golosa” nuova manifestazione del “Gastronauta”, al secolo Davide Paolini. Il tema dell’evento e fare conoscere i grandi cibi dei maestri artigiani del nostro Paese, insegnare come e dove scegliere un buon prodotto e, naturalmente assaggiare.

    Nella due giorni spazio anche ai vini. In una sezione curata da Luca Gardini, campione del mondo dei sommelier, una selezione d’etichette legate da un comune denominatore: bottiglie con un grande rapporto prezzo qualità. Infatti, per il “Gastronauta”, bere bene non significa necessariamente spendere tanto. Il pensiero diffuso è che un buon vino debba per forza costare e il prezzo diventa perciò il suo certificato di qualità, ma è vero fino ad un certo punto. E i Saten, Extrabrut e Rosè di Cortebianca cercheranno di dimostrarlo, offrendo 2 giorni di assaggi e degustazioni a quanti verranno a trovarci a Milano Golosa.

    La manifestazione si svolgerà al Grand Hotel Villa Torretta (Via Milanese, 3 - 20099 Sesto San Giovanni – Milano) è un’antica e prestigiosa dimora storica del '600, situata a pochi minuti dal centro di Milano e immersa nel verde del Parco Nord.

    Il biglietto d’ingresso costa 10 euro e da diritto d’accesso a tutte le aree della manifestazione. Si apre alle 10.00 e si chiude alle 22.00 in tutte e due le giornate.

  • CorteBianca a Milano

    Nel mese di ottobre due appuntamenti sotto la Madonnina per CorteBianca. Si comincia durante le date milanesi del Festival di Franciacorta. Dall’8 al 14 di questo mese i vini del nostro terroir saranno protagonisti di menù, degustazioni, happy hour in programma in enoteche e ristoranti del capoluogo lombardo e della sua provincia. Tra loro anche le Bio etichette CorteBianca: Satén, Rosè. Extrabrut. Gran finale, lunedì 15, ai Chiostri del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci” con un seminario di approfondimento sui Franciacorta condotto da Nicola Bonera, miglior Sommelier d’Italia 2010 e degustazione di Pas Dosé, Extra Brut, Brut, Satèn e Rosé, realizzato in collaborazione con AIS Milano.

    Mentre nel weekend del 20 e 21 ottobre, CorteBianca sarà di scena nella nuova manifestazione ideata dal “Gastronauta” Davide Paolini: “Milano Golosa”. Un happening festoso dove incontrare e confrontarsi con gli esperti del regno del piacere gastronomico. Un villaggio dei sapori in cui le distanze geografiche e culturali tra i tanti grandi cibi e vini del nostro Paese si radunano e si riavvicinano. Obiettivo: far crescere la cultura dei consumatori di fronte alla scelta della spesa, perché conoscere vuol dire non sprecare. Anche quando si sceglie il vino per la propria tavola. Vini sempre più spesso attenti a tutte le fasi della loro produzione. Vini naturali come i Franciacorta biologici nati dalle vigne di CorteBianca.

Crediamo che esista un filo invisibile e forte che, come un antico pizzo, unisce le persone, gli animali, le piante, la storia e la cultura di un luogo in un profondo legame di armonia.

Filosofia CorteBianca Filosofia CorteBianca

Produrre vino in modo naturale è per noi seguire gli intrecci di questo filo, a partire da un angolo di Franciacorta, con il sogno di preservare e difendere un microcosmo, nel rispetto della sua natura e della sua anima.

Filosofia CorteBianca Filosofia CorteBianca

Intorno a questo concetto ruota tutta la filosofia di CorteBianca. Dalle tecniche biologiche di coltivazione, alla protezione della biodiversità, fino al recupero della cascina secondo principi di bioedilizia e sostenibilità: ogni scelta compiuta in questi anni testimonia il legame con la terra, con la tradizione e un'antica domesticità, e rappresenta una precisa visione, etica ed estetica insieme.

Filosofia CorteBianca