• Camere con Paesaggio. CorteBianca su AT Casa.

    Dopo la pubblicazione sul numero di novembre di BravaCasa, CorteBianca è anche sul AT Casa Corriere, il prestigioso sito di design, arredamento e lifestyle del Corriere della Sera. L'articolo, accompagnato da molte fotografie, inquadra in maniera  precisa e chiara non solo il recupero architettonico e ambientale della cascina e del territorio circostante, ma anche la nostra filosofia e il progetto dell'azienda vinicola. Eccolo:

    "L’architettura sostenibile, il rispetto del paesaggio e delle antiche tradizioni contadine. Per l’architetto Marina Tonsi erano i tre ingredienti che non dovevano mancare nel recupero della grande cascina acquistata nel cuore della Franciacorta. Immersa tra i vigneti, circondata da terreni agricoli e con un bosco accanto, era proprio la casa che da anni cercava come luogo in cui esprimere la propria creatività e le sue passioni. Inclusa quella per il vino pregiato. Tanto che, strada facendo, è nata anche l’idea di fondare qui un’azienda vinicola, la Corte Bianca. Costruita in epoche diverse intorno a una torre medievale, questa dimora contadina - con fienile, pozzo e filanda - ha due livelli e un impianto tipico dell’architettura lombarda. Il progetto di recupero ha destinato al piano terra tutte le attività agricole e produttive, mentre il primo piano e il sottotetto ospitano gli spazi abitativi. Per la progettista era importante che la cascina mantenesse la sua relazione forte con il paesaggio. La ristrutturazione quindi non si basa solo sul recupero dell’edificio, ma sull’intero contesto, e passa attraverso un profondo rispetto del territorio e della cultura locale. Senza modificare l’impianto originario, tutte le murature sono state coibentate con materiali naturali, secondo i principi della bioarchitettura, e la torre in pietra è stata restaurata con la tecnica del “raso pietra”, che consiste in una miscela di sabbia del luogo e calce. La nuova distribuzione degli spazi prevede l’accorpamento dell’ex loggia e del fienile, trasformati in zona living-pranzo con servizi, agli ambienti della cascina, che ospita le camere da letto. Il risultato è una casa accogliente ed elegante, che vive di continuità con gli esterni grazie anche ai porticati e alle grandi vetrate".

    Servizio di Alessandro Pasinelli, foto di Adriano Brusaferri, testi di Elena Papa.

  • La sfida di Enologica

    Insieme a 6 grandi vini, CorteBianca ha partecipato alla sfida per aggiudicarsi il trofeo di "miglior abbinamento con la pizza".

    Le regole del gioco.

    - 7 vini provenienti da tutta Italia:

    • Ernest+Neue. A.A Lago di Caldaro Classico Puntay 2010
    • CorteBianca. Franciacorta Extra Brut Cuvéè CorteBianca
    • Cà Rugate. Soave Classico Superiore Monte Fiorentine 2010
    • Chiarli. Lambrusco di Sorbara Del fondatore 2010
    • Umani Ronchi. Verdicchio dei Castelli di Jesi Superiore Casal di Serra 2009
    • Rocca del Principe. Fiano di Avellino 2010
    • Tenuta Fessina. Etna Bianco (carricante in purezza) A’ Puddara 2009

    - 4 pizze (ottime) preparate dalla rinomata pizzeria "O' fiore mio" di Faenza

    - un parterre di prim'ordine di giornalisti enogastronomici: Gianni Fabrizio, Licia Granello, Antonio Boco, Paolo Scarpellini,  Anna Morelli, Alessandro Bocchettini and Vincenzo Pagano.

    - una scheda da compilare con gli abbinamenti preferiti

    - un vincitore

    Come da pronostici la coppa (è proprio il caso si dirlo!) se l'è aggiudicata il Lambrusco, tradizionalmente vino d'elezione con la pizza. Ma per noi è lo stesso una grandissima soddisfazione. Questa è stata la prima "uscita ufficiale" di CorteBianca, e vedere il nostro giovane extra brut competere a fianco di vini pregiati, recensiti e premiati, ci ha dato la misura delle sue potenzialità e del suo valore.

    Ha parlato diffusamente di questa sfida Vincenzo Pagano sul sito www.scattidigusto.it.

Crediamo che esista un filo invisibile e forte che, come un antico pizzo, unisce le persone, gli animali, le piante, la storia e la cultura di un luogo in un profondo legame di armonia.

Filosofia CorteBianca Filosofia CorteBianca

Produrre vino in modo naturale è per noi seguire gli intrecci di questo filo, a partire da un angolo di Franciacorta, con il sogno di preservare e difendere un microcosmo, nel rispetto della sua natura e della sua anima.

Filosofia CorteBianca Filosofia CorteBianca

Intorno a questo concetto ruota tutta la filosofia di CorteBianca. Dalle tecniche biologiche di coltivazione, alla protezione della biodiversità, fino al recupero della cascina secondo principi di bioedilizia e sostenibilità: ogni scelta compiuta in questi anni testimonia il legame con la terra, con la tradizione e un'antica domesticità, e rappresenta una precisa visione, etica ed estetica insieme.

Filosofia CorteBianca